Strategia video per hotel: le 3 regole d’oro per lo start (e gli errori da evitare)

Costruisci bene la tua strategia video fin dalle fondamenta evitando questi errori all’avvio…

Primo: al bando la tentazione del fai da te

In Italia attualmente lo scenario è questo: sempre più realtà ricettive vogliono comunicarsi col video, ma il timore dei costi le porta ben spesso a puntare sull’ingaggio di “video-maker da matrimonio”, o al fai da te. Se anche tu sei tentato, sappi che ti stai andando ad impantanare. Le ragioni sono due:

  1. La bassa qualità del video finirebbe per comunicarti in maniera del tutto disfunzionale danneggiando così l’immagine del tuo brand.
  2. Il video marketing turistico è una vera e propria disciplina, con regole che non si possono improvvisare di sana pianta.
Secondo: affidati a dei professionisti specializzati nel video per il settore turistico

Sì, perché di case di produzione pullula il mercato, ma non basta saper maneggiare una video camera per comunicare in maniera attraente il tuo hotel. E’ fondamentale che tu ti accerta che i professionisti siano in possesso di determinate caratteristiche. Ecco gli aspetti da considerare…

  1. L’utilizzo di attrezzatura di ottima qualità (videocamere, drone, luci, pannelli, etc.).
  2. Verifica il tipo di troup che, a seconda dell’impegno del video da realizzare, dovrebbe includere un minimo di uno/due camera-men, un responsabile di produzione e lo stylist per gli ambienti, più eventuali altri.
  3. Siccome un buon video per hotel deve coinvolgere, emozionare, e informare, accertati che i professionisti cui ti affidi abbiamo un portfolio specifico per l’ospitalità. Saper comunicare gli spazi in maniera interessante non è cosa da tutti.
  4. Diffida di soluzioni eccessivamente preconfezionate: la tua struttura non è uguale a nessun’altra. I video per l’ospitalità prevedono delle categorie (corporate, room, spa, mice, etc.), ma la strutturazione dei contenuti dovrebbe sempre essere tagliata su misura. E’ fondamentale che il messaggio video sia calzante alle tue esigenze di comunicazione.
  5. Considera il rapporto qualità/prezzo in relazione al punto precedente. Una casa di produzione prima dovrebbe valutare specificità del tuo caso, e solo poi calcolare un costo esatto. Comunque, per darti un’idea di massima, produzioni di meno di un minuto senza comparse e particolari regie possono avere prezzi anche molto sostenuti (attorno o sotto le 500 euro). Di contro, video con uno storytelling raffinato e attori di un certo livello, possono anche arrivare a cifre considerevoli. In genere video con un ottimo appeal e di medio impegno sono del tutto accessibili e portano risultati considerevoli (parliamo di cifre che si aggirano tra le 1200 e le 5000).
Terzo: meglio poco, ma buono. Cresci nel tempo

Se si è agli inizi della costruzione della propria strategia video per hotel, ha senso mettere a fuoco con un consulente di video marketing turistico un approccio pensato in prospettiva per crescere col tempo. Questo essenzialmente per tre ragioni:

  1. Per individuare un approccio proficuo, è innanzitutto necessario soppesare il rapporto tra budget e obiettivo.
  2. Costruire una strategia video per hotel richiede un costante monitoraggio dei risultati. Solitamente si avviano per questo più strategie una dopo l’altra, in maniera da poter “correggere il tiro” strada facendo. Così facendo diventa possibile ottenere risultati sempre più performanti.
  3. Per chi si appresta all’uso di questo innovativo mezzo di comunicazione turistica, è rassicurante poter procedere con cautela in un ottica di “presa di fiducia” progressiva, data dalla raccolta dei primi frutti.

Bene, come hai visto sono diversi i punti da tenere a mente. Se hai dubbi o domande non esitare a contattarci: per parlare direttamente con un nostro consulente di video marketing turistico clicca qui

Se invece vuoi approfondire i vantaggi del video marketing turistico, leggi anche Video per hotel: 6 motivi sul perché (oggi!) sono irrinunciabili

nicolaus
Nora Sophie Nicolaus
n.s.nicolaus@camerahospitality.com
No Comments

Post a Comment